Mazara. Dura presa di posizione dei genitori e dei rappresentanti di classe sulle modalità di riapertura della Giuseppe Grassa

I genitori E le rappresentanti di ogni classe dell’istituto comprensivo Giuseppe grassa intervengono sulla modalità della riapertura delle scuole di Mazara del Vallo, gli stessi rappresentanti e genitori lamentano la pessima organizzazione,per quanto attiene il rispetto delle normative covid, stante che sia all’entrata, che all’uscita dell’Istituto scolastico si è registrata parecchia confusione, tanto da determinare pericolosi e inevitabili assembramenti ma la cosa che più di tutte ha lasciato sconcertati è il dover assistere alla mancanza di banchi tanto da costringere gli alunni ad espletare le proprie attività scolastiche chi con i libri poste sulle gambe, chi costretto ad accovacciarsi a terra sulle ginocchia ed utilizzare come supporto la propria sedia in barba questo, a qualsiasi norma igienica e correttezza della postura, ma vi è di più gli alunni per mancanza di adeguati spazi che potessero consentire il normale di stanziamento previsto dalle norme ministeriali, sono stati costretti per tutto l’arco della durata delle lezioni ad indossare la mascherina di protezione, che con il caldo ha reso ancora più difficoltosa la permanenza in classe.I genitori e rappresentanti dell’istituto comprensivo Giuseppe Grassa lamentano pertanto il mancato interessamento da parte del dirigente scolastico che si sarebbe dovuto attivare prima dell’apertura dell’anno scolastico al fine di rendere idonei e in sicurezza i locali scolastici sia per quanto attiene il rispetto delle norme covid sia per l’arredamento scolastico mancante. I genitori e le rappresentanti dell’Istituto comprensivo Giuseppe Grassa sono fortemente turbati per il trattamento riservato ai propri figli trattati come” Polli in gabbia” Rimprovero questo che va mosso sia al dirigente scolastico che all’amministrazione comunale di Mazara del Vallo che aveva l’obbligo di vigilare sia sulle regolarità degli istituti atti a ricevere dignitosamente gli alunni che sul rispetto delle misure poste al fine di evitare assembramenti.I genitori e i rappresentanti dell’Istituto comprensivo Giuseppe Grassa dichiarano ” Non ci fermeremo qui, quanto accaduto oggi lo riteniamo un affronto grave alla dignità e sicurezza nostra e dei nostri figli, andremo avanti nella nostra protesta pronti a ritirare i nostri figli da scuola fino a quando non saranno poste in essere tutte le misure necessarie all’idoneità dell’Istituto scolastico