Mazara del Vallo. Disposizioni per il decoro del cimitero comunale ed il divieto di utilizzo di involucri di plastica non biodegradabile per i fiori da destinare ai defunti. Ordinanza del Sindaco Salvatore Quinci  

Il decoro del Cimitero comunale ed il rispetto delle norme vigenti in materia di raccolta e conferimento rifiuti sono alla base dell’ordinanza n. 17/2021 che il Sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci ha emanato oggi nella sua qualità di autorità comunale di protezione civile, sanitaria e di pubblica sicurezza.

L’ordinanza dal titolo “Disposizioni per il decoro del cimitero comunale ed il divieto di utilizzo di involucri di plastica non biodegradabile per i fiori da destinare ai defunti” ordina con effetto immediato

agli esercenti  dediti al commercio di fiori e piante  sul territorio comunale:

– il divieto di vendita di fiori e piante con involucri in materiale plastico non biodegradabile destinati al cimitero comunale (l’involucro biodegradabile deve essere oggetto di certificazione);

– il ritiro entro quattro giorni (96 ore) delle proprie corone e composizioni di fiori vendute per i funerali (le corone e composizioni di fiori devono avere apposita etichetta di provenienza del fioraio di origine);

–  l’esposizione, nel proprio esercizio commerciale, di un cartello ben visibile estratto della presente ordinanza con la dicitura “non potranno essere venduti fiori con involucri in materiale non biodegradabile se destinati ad essere deposti e conservati all’interno del cimitero comunale”.

 L’ordinanza impone inoltre all’utenza del cimitero comunale:

–       il divieto assoluto  di utilizzare  ed introdurre all’interno dello stesso  fiori con involucri in materiale plastico non biodegradabile,  destinati ai defunti;

–       la rimozione dei vasi in plastica o altro materiale contenenti fiori e piante collocati negli spazi antistanti  i loculi, entro 7 giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza, oltre il termine del quale, ove non si fosse provveduto, il personale del cimitero comunale provvederà alla relativa rimozione degli stessi.

“Prima che il Sindaco emanasse l’ordinanza – sottolinea l’assessore comunale ai Servizi Cimiteriali Alessandro Norrito – abbiamo voluto incontrare una rappresentanza di esercenti dediti al commercio di fiori e piante  ai quali abbiamo spiegato le motivazioni del provvedimento e con i quali abbiamo condiviso l’esigenza sia di un maggiore decoro del cimitero che quella non più rinviabile di rendere le frazioni di rifiuto secco residuale scaturito dalla raccolta dei rifiuti prodotti dall’utenza del cimitero comunale conforme ai requisiti che tale tipo di rifiuto deve avere per essere conferito in discarica. Infatti, a causa della presenza della  frazione ‘impura’  del rifiuto secco residuale di oltre il 15% per la presenza di fiori, involucri di plastica, frazione organica, la Trapani Servizi spa non ha consentito il conferimento di tale tipo di rifiuto. Abbiamo infatti alcuni autocompattatori pieni per questo motivo e ciò influisce anche sulla raccolta generale dei rifiuti in Città. Debbo sottolineare – conclude Norrito – che abbiamo avuto dagli esercenti massima collaborazione e condivisione anche sul fronte dell’obbligo del ritiro entro un tempo congruo delle corone di fiori utilizzate durante i funerali”.

“Agli utenti del cimitero – sottolinea l’assessore Norrito – diciamo che è giusto che pretendano un cimitero pulito ed ordinato ma ognuno deve fare la propria parte a partire proprio dal rispetto ambientale e dal corretto conferimento nei numerosi cassonetti differenziati che sono presenti. Confidiamo nella collaborazione dell’utenza e preannunciamo – conclude Norrito – che attraverso personale volontario programmeremo anche una serie di controlli ma anche di assistenza all’interno dello stesso cimitero”.

ordinanza sindacale n. 17 del 9 aprile 2021

Mazara del Vallo, 09 aprile 2021

Comunicato a cura di:

Ettore Bruno (addetto stampa Città di Mazara del Vallo)