L’Amministrazione comunale di Partanna ha aderito al progetto turistico “B’68: un modo sportivo di vedere il Belice!”

L’Amministrazione comunale di Partanna ha aderito al progetto turistico denominato “B’68: un modo sportivo di vedere il Belice!”, che nasce con l’obiettivo di creare un circuito ciclo – turistico, adeguatamente segnalato, percorrendo trazzere e stradelle comunali. Al centro dell’interesse dell’Amministrazione guidata dal sindaco, Nicolò Catania, c’è la promozione dello sviluppo turistico del territorio e pertanto la condivisione del  progetto dell’“ASD Finestrelle Bikers Santa Ninfa”  è stata immediata. Si tratta di un’iniziativa che mette in relazione le comunità maggiormente interessate dal terremoto del 15 gennaio 1968, sia nel nome – ‘B68’ – che nella lunghezza – un giro di circuito è pari proprio a 68 km – non con intento commemorativo ma propositivo come lo sport sa fare.
“Abbiamo ritenuto di aderire al progetto turistico, il cui tracciato si innesta in un sistema di infrastrutture viario di interesse storico–culturale – dice il sindaco Catania – e abbiamo già autorizzato l’installazione di un totem segnalatore a scopo turistico su suolo pubblico comunale nei pressi del Santuario Madonna della Libera”.