Il mazarese Antonio Marino, il nuovo difensore centrale del Lecce

Antonio Marino sarà uno dei difensori centrali del Lecce nella prossima stagione.

Classe ’88, originario di Mazara del Vallo, cresce dal punto di vista calcistico nel settore giovanile dell’Udinese e viene ceduto in prestito prima alla Juve Stabia in Serie C1, dove raccoglie quindici presenze e ben tre marcature stagionali, e successivamente all’Ascoli, dove vi resta per due stagioni totalizzando quasi cinquanta apparizioni in Serie B. Resta in cadetteria anche per la stagione 2011/12 con la maglia della Reggina, prima di legarsi nelle annate successive a Varese e Cittadella, sempre in Serie B. Scende di categoria nell’estate del 2014 quando si lega al Venezia con cui in sei mesi gioca diciannove partite e segna quattro reti, prima di passare al Pavia nel gennaio del 2015 e restare in biancorosso anche per la stagione seguente raccogliendo un totale di 25 presenze.

Ha iniziato lo scorso campionato fra le fila del Modena nel Girone B della Lega Pro, ma la stagione è stata molto sfortunata e segnata da un grave infortunio. Ad ottobre subisce infatti la rottura del legamento del crociato anteriore del ginocchio sinistro ed è costretto a stare a lungo lontano dal campo per seguire l’iter riabilitativo dopo l’operazione. Torna a giocare in campionato in Modena-Mantova 2-0, dopo oltre sei mesi dall’infortunio in quella che è la sua ottava e ultima presenza stagionale coi canarini.

Marino è un arcigno difensore centrale, prestante dal punto di vista fisico (è alto 188 cm) con alle spalle già numerose presenze sia in Serie C che in serie cadetta. Nello schieramento difensivo gioca preferibilmente sul centro-sinistra, da dove può far partire al meglio la manovra essendo il mancino il suo piede preferito.