Trapani: rintracciato dai Carabinieri ricercato internazionale. Era in fuga dall’Olanda per una truffa da oltre 200mila euro

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani, col supporto dei colleghi della Compagnia di Partinico, hanno tratto in arresto, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, un cittadino olandese classe 73 per i reati di truffa e falsificazione di documenti, commessi nel paese di origine tra il 2019 e il 2021.

L’uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti olandesi, dopo aver truffato oltre 200 mila euro ad un noto gruppo bancario olandese avvalendosi di documenti falsi e poi si era dato alla fuga in Sicilia occidentale.

I Carabinieri di Trapani, ricevuta la segnalazione del Servizio di Cooperazione Internazionale, hanno pertanto avviato una mirata attività investigativa per rintracciare il 49enne.

Le prime evidenze hanno consentito di accertare che l’uomo aveva dimorato, per un limitato periodo di tempo, ad Alcamo.

Gli investigatori hanno meticolosamente ricostruito i movimenti dell’uomo in città, fino a scoprire che lo stesso aveva intrapreso delle trattative per l’acquisto di un costosissimo baglio in Provincia.

Così in poche ore, il ricercato è stato localizzato a Partinico: lì i Carabinieri hanno prima rintracciato l’auto dell’uomo, un vistoso fuoristrada con targa olandese. A quel punto, i militari hanno atteso che lo stesso ritornasse a prendere il veicolo. La paziente attesa dei Carabinieri ha dato i suoi frutti, l’uomo è stato bloccato proprio mentre cercava di aprire l’autovettura in uso.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso il carcere “Pietro Cerulli” di Trapani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Trapani, 22 ottobre 2022