Sulle difficoltà dell’U.O.C. di Cardiologia di Mazara è calato il silenzio

Sulle difficoltà dell’U.O.C. di Cardiologia con annessa U.T.I.C. e Centro di Elettrostimolazione Cardiologica dell’ P.O. “A. Ajello” di Mazara del Vallo è calato il silenzio. NON NE PARLA il Commissario Straordinario dell’ASP –Trapani, Paolo Zappalà, nonostante il concorso per cardiologi sia stato espletato il 25 maggio scorso, non è dato sapere il numero dei vincitori, quanti hanno accettato l’incarico, se qualcuno di questi sarà in servizio a Mazaza. Del resto non ha mai voluto conferire con noi pazienti cardiopatici mazaresi. NON NE PARLA il neo Primario, Michele Gabriele, non sappiamo se e quando le attività dell’ Ambulatorio Cardiologico per i pazienti esterni (attualmente sospese per decisione di chi?) riprenderanno a pieno regime. Non crediamo possa essere sodisfatto nel gestire un reparto mutilato. NON NE PARLA il Sindaco di Mazara del Vallo, Salvatire Quinci, ci dice che spesso interloquisce coi vertici ASP, ma non rende di dominio pubblico quanto saputo. NON NE PARLA Il Presidente del Consiglio Comunale, Vito Gancitano, causa pandemia covid (ma non siamo zona gialla tendente al bianco?) il 25 maggio, revocò un Consiglio Comunale in seduta aperta, con all’ordine del giorno “Criticità presidio ospedale “Abele Ajello” che avrebbe dovuto tenersi l’indomani. Non sappiamo se sarà riconvocato. NON NE PARLA la Coordinatrice provinciale di Diventerà Bellissima, Giulia Ferro, trova il tempo per manifestare la sua soddisfazione per il reintegro dell’ assessore Ruggero Razza, ma non per rappresentargli questa problematica. Sarà un ottimo argomento per le prossime elezioni, cui prodest?

 

prof. Giacomo Anselmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *