Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale di Campobello di Mazara contro la guerra in Ucraina. La bandiera della pace è stata esposta fuori dal palazzo municipale

Il sindaco Giuseppe Castiglione e il presidente del Consiglio Piero Di Stefano, a nome della Giunta e del Consiglio comunale di Campobello, esprimono forte preoccupazione per le operazioni belliche in Ucraina, condannando fortemente l’attacco militare perpetrato da parte della Russia che mette a dura prova la pace e la stabilità internazionale.

«La guerra è sempre una tragedia – affermano il Sindaco e il Presidente del Consiglio – La storia ci insegna infatti che qualunque conflitto bellico porta con sé morte, distruzione e sofferenza, afflizioni aberranti e ingiustificabili per l’umanità. Nell’esprimere vicinanza al popolo ucraino, auspichiamo che gli sforzi diplomatici continuino a sollecitare la fine delle operazioni militari, scongiurando che questo conflitto possa assumere dimensioni più grandi, coinvolgendo l’intero mondo democratico. Ci impegniamo – aggiungono –  a portare avanti ogni possibile mobilitazione politica, istituzionale e civile, affinché venga difesa la pace contro le prevaricazioni e i soprusi che si stanno consumando  in questi giorni».

Per ribadire il proprio NO alla guerra, riaffermando i fondamentali valori della pace e della libertà, l’Amministrazione comunale di Campobello, stamattina, ha esposto una bandiera con i colori dell’arcobaleno dal balcone del palazzo municipale.

La portavoce

Antonella Bonsignore