Pantelleria: si aprono le porte del carcere per i due trovati con 138 Kg di Hashish

I Carabinieri della Stazione di Pantelleria hanno tratto in arresto, in ottemperanza ad ordini di carcerazione SIEP emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala, due soggetti di 42 e 29 anni che devono scontare rispettivamente circa 2 anni e 8 mesi di carcere per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli odierni condannati in via definitiva erano stati tratti in arresto in flagranza dai militari della Stazione di  Pantelleria nel dicembre del 2021 per detenzione ai fini di spaccio di oltre 138 (centotrentotto) kilogrammi di sostanza stupefacente tipo hashish suddivisi in oltre 1.300 panetti pronti per essere smerciati al di fuori dell’isola.

Il valore che avrebbe fruttato la vendita dello stupefacente sarebbe stato superiore al milione di euro.

L’irruzione, effettuata all’imbrunire, ha colto di sorpresa i due che consegnavano subito nove panetti di hashish del peso di 1 kilogrammo circa.

I Carabinieri, all’epoca dei fatti, hanno notato che ogni panetto era identificato con un logo diverso, intuendo che potesse trattarsi di un campionario appartenente a un vero e proprio carico di droga.

Così, dopo alcuni accertamenti, i 2 indagati sono stati condotti in un’abitazione poco distante dove, in un ripostiglio nascosti all’interno di trolley da viaggio, i Carabinieri hanno trovato l’enorme quantità di hashish: oltre 1.300 panetti perfettamente confezionati.

Al termine delle formalità di rito sono stati tradotti presso il carcere “Pietro Cerulli” di Trapani.

Trapani, 3 ottobre 2022