Nissa-Mazara 3-1. Cronaca e tabellino

Prima sconfitta esterna stagionale per il Mazara che al “Tomaselli” subisce la rimonta della Nissa, capace di imporsi per 3-1. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

Primo tempo: Prima chance per i padroni di casa, propositivi in ripartenza, poi il destro di La Vardera finisce alto. Mazara che prova ad affacciarsi in avanti con la velocità di Fernandes Castro, ma Hernandez chiude con il fisico e protegge l’uscita del portiere. Al 12’ Nissa pericolosa: Esposito dalla destra mette in mezzo, sul pallone si avventa Sammartino ma Thomas blocca in due tempi e lo anticipa. Biancoscudati ancora propositivi con un’azione personale di Morales il cui destro è smorzato dalla difesa canarina, poi blocca Thomas. Dall’altra parte, Elamraoui fa tutto bene, salta due avversari ed entra in area, ma al momento della conclusione viene chiuso dalla difesa di casa. Al 26’, il Mazara passa in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione, la difesa di casa respinge sui piedi di Fernandes Castro che dai 30 metri lascia partire un sinistro imprendibile per D’Amico. I biancoscudati provano subito a reagire con Morales e alla mezz’ora trovano il pari con Sammartino, che batte Thomas dopo una mischia in area. Canarini che provano a controbattere con Gomes, sul quale Hernandez fa buona guardia. Al 36’, Mazara nuovamente vicino al vantaggio: Camara mette in mezzo da sinistra, Gomes conclude col sinistro e la palla finisce di un soffio a lato. Dall’altra parte, Nissa pericolosa in ripartenza, ma Marna sceglie la soluzione dalla distanza e il pallone finisce alto. Gara vivace, gialloblù nuovamente propositivi con Gomes dalla destra colpo di testa di Camara impreciso, poi l’azione si perde nel nulla. Al 41’, imbucata di Marna per Sammartino, allontana la difesa canarina. Thomas decisivo in due occasioni, prima in uscita su Marna, lanciato a rete, e poi su una conclusione ravvicinata, a mano aperta. Dall’altra parte ripartenza micidiale del Mazara, Elamraoui fa secca la difesa nissena ma viene chiuso dal portiere biancoscudata e poi dalla retroguardia che lo rimonta e allontana il pericolo. Nel corso dell’unico minuto di recupero concesso dall’arbitro, i padroni di casa si portano in vantaggio con una ripartenza finalizzata da La Vardera che dopo una corta respinta deposita in rete per il 2-1, risultato sul quale si va al riposo.

Secondo tempo: In avvio di ripresa la Nissa sostituisce Esposito con Ortiz, nessun cambio invece tra i canarini che operano il primo cambio al 50’, fuori Federico, dentro Pace che poco dopo scambia con Gomes invitando alla conclusione il centravanti, ma il suo sinistro finisce sul fondo. Al 53’, tentativo di Pace su punizione dalla distanza, D’Amico blocca in due tempi. Dall’altra parte, Nissa pericolosa con Morales, il cui destro da fuori finisce di poco alto. Al 57’, padroni di casa vicini al tris: imbucata di Ortiz per Sammartino, tutto solo davanti a Thomas, ma il portiere argentino in uscita si oppone. Nissa ancora pericolosa con un’azione corale, Sakho va alla conclusione che finisce sul fondo. I canarini si riaffacciano in avanti con un duetto firmato Cardoso-Cesar, quest’ultimo prova il destro da fuori ma il pallone termina sul fondo. Altra chance per i gialloblu al 66’, calcio di punizione battuto da Pace, colpo di testa di Camara e pallone sull’esterno della rete. Dalla distanza ci prova anche Cardoso, ma il pallone finisce lontano dalla porta nissena. Al 79’ Pace prova a scavalcare la difesa e a lanciare Gancitano, l’attaccante viene fermato per posizione di fuorigioco. Nissa nuovamente pericolosa con La Vardera che salta un avversario in area e conclude, ma il suo tentativo viene rimpallato dalla retroguardia canarina. All’84’ il tris dei padroni di casa: ripartenza dei biancoscudati, Ortiz si lancia in contropiede e punta la difesa, poi serve Messina che a tu per tu con Thomas fa 3-1. Al 92’, Mazara vicinissimo al gol con una punizione di Camara che si stampa sulla traversa, dall’altra parte biancoscudati vicini al poker con Messina che conclude a botta sicura, respinge Thomas. Al 94’ rosso diretto per Cesar per un fallo a metà campo. Espulso anche Elamraoui per proteste dalla panchina. Dopo 8’ di recupero, arriva il triplice fischio finale.

Il tabellino
Nissa: D’Amico, Sane, Martorana (82’ Scribani), Di Biase (58’ Sakho), Lucero, Hernandez Mederos, Sammartino (88’ Tabasso), Esposito (46’ Ortiz), Marna (60’ Messina), Morales, La Vardera. A disp.: Chimenti, Nuccio, Abbate. All. Sferrazza.

Mazara: Thomas, Lo Porto, Saia, Cesar, Longo, Pirrello (82’ Semeraro), Camara, Federico (50’ Pace), F. Castro (55’ Cardoso), Elamraoui (62’ Gancitano), Gomes. A disp.: Dominguez, Amato, De Martino. All. Marino.

Arbitro: Luca Naselli della sezione di Catania
Assistenti: Francesco Conti (Enna) e Antonino Alessio Di Paola (Catania)

Marcatori: 26’ F. Castro, 30’ Sammartino, 45’ La Vardera, 84’ Messina

Note: Ammoniti: Di Biase (N), Martorana (N), Sakho (N), Gancitano (M), Camara (M). Espulsi: al 95’ Cesar (M) e dalla panchina Elamraoui (M) per proteste. Recupero: pt 1’, st 8’.

L’Ufficio Stampa

Luca Di Noto