Mazaresi protagonisti alla XXVII Maratona di Palermo. Letizia Sucamele vince la mezza maratona e nella maratona 8° Pietro Paladino

La XXVII Maratona di Palermo è ancora tutta sotto il segno del kenia. A vincere sono stati KIPTOO FREDRICK KIPKOSGEI e JEPTANUI JACKLINE . Il capoluogo siciliano stamattina si è colorato con poco meno di 2000 atleti che hanno attraversano le sue strade, dal parco della Favorita al centro storico. Nella mezza vittorie di Diakite e della mazarese Letizia Sucameli con il tempo di 1h:30:54.

Splendida prova di Letizia Sucameli (Polisportiva Atletica Mazara) che ha dapprima staccato le avversarie e poi è andata a vincere. “Sono strafelice – dice Letizia – era un sogno vincere a Palermo e oggi oltre alla vittoria è arrivata una grandissima prestazione, mi sono migliorata di circa cinque minuti, ancora non mi sembra vero

A vincere e a doppiare il successo dello scorso anno, è stato il keniano KIPTOO FREDRICK KIPKOSGEI del team Run2geter con il tempo di 2h16’44. Gara regolare per il keniano che chilometro dopo chilometro ha fatto il vuoto alle sue spalle, per il più bello degli arrivi, sorridente e a braccia alzate. “ Bellissimo vincere, ma rivincere è ancora più bello – ha detto KIPTOO FREDRICK KIPKOSGEI – percorso diverso da quello dello scorso anno, non meno impegnativo. Adesso mi godo questo successo in questa bellissima città”. Piazza d’onore per NJRU BONFACE FUNDI in 2h25’45, al suo esordino in maratona, non ha retto a lungo il ritmo del connazionale. Terzo, primo degli italiani il piemontese ANDREA ARANGIO: gara esemplare per l’atleta di Cuneo, due anni fa vittorioso al Giro podistico di Favignana. Per lui il tempo di 2h32’20. Primo dei siciliani il mazarese Pietro Paladino (Polisportiva Team Francesco Ingargiola) con il tempo di 2h50’55.

Foto: Siciliarunning.it