Mazara. Democrazia partecipata: la cittadinanza sceglie direttamente una proposta progettuale

“Per la prima volta i cittadini mazaresi avranno l’opportunità di scegliere direttamente l’attuazione di un’idea progettuale. Abbiamo destinato il 2 per cento della somma trasferita dalla Regione a titolo di compartecipazione al gettito regionale Irpef, per coprire la spesa di un progetto che sarà scelto dalla cittadinanza ed attuato dall’amministrazione comunale”.

Lo ha detto l’Assessore comunale al Bilancio Vito Billardello, annunciando che la Giunta municipale presieduta dal Sindaco on. Nicola Cristaldi, ha deliberato l’avvio di una sorta di bilancio partecipativo del Comune di Mazara del Vallo: una forma di ascolto diretto della popolazione per la gestione e lo sviluppo del territorio, dando la possibilità a tutti i cittadini, le aziende, le associazioni di esprimersi e partecipare alla programmazione dell’attività amministrativa.

L’importo calcolato quest’anno, sulla base del gettito regionale Irpef del 2015, ammonta a 10.377,00 euro. E’ un importo poco più che simbolico, ma che consente per la prima volta di inserire nella programmazione amministrativa dell’Ente, l’acquisto di beni e/o servizi, attraverso una scelta diretta del popolo che sarà chiamato ad una consultazione pubblica.

Lo strumento, previsto dall’art. 6 comma 1 della legge regionale n. 5 del 2014, sarà attuato dal Comune di Mazara del Vallo in sei diverse fasi.

Fase 1: pubblicazione avviso di consultazione pubblica. Nei prossimi giorni sarà reso noto attraverso la pubblicazione nel portale istituzionale, manifesti murali e mezzi di comunicazione, un avviso di consultazione pubblica a firma del Sindaco Cristaldi. Entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso, i cittadini, singoli e/o associati, potranno presentare al Comune una o più proposte progettuali, compilando una scheda allegata all’avviso, nella quale vanno riportate i dati anagrafici o associativi dei soggetti proponenti, il tiolo ed una descrizione della proposta progettuale, obiettivo e destinatari della proposta stessa e spesa prevista.

Fase 2: presentazione delle proposte. La trasmissione delle proposte progettuali indicate nelle schede potrà avvenire, entro e non oltre 60 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione dell’avviso pubblico, via pec (protocollo@pec. comune,mazaradelvallo.tp.it) a mezzo raccomandata o direttamente presso il protocollo comunale.

Fase 3: istruttoria delle proposte progettuali. Tutte le proposte presentate saranno istruite dalla segreteria generale e l’amministrazione sceglierà tre di queste, sottoponendole alla valutazione finale del popolo attraverso una votazione online sul sito web istituzionale.

Fase 4: votazione online. Nel sito web istituzionale sarà possibile votare la proposta progettuale con modalità che saranno successivamente comunicate.

Fase 5: presentazione proposta progettuale prescelta. La proposta definitivamente prescelta verrà presentata alla cittadinanza nel corso di una conferenza stampa.

Fase 6: Attuazione della proposta progettuale.

 

comunicato stampa