Mazara del Vallo. Omaggio all’ultimo “abbanniaturi” Vito Asaro “Giaffa”

Un pannello in ceramica realizzato gratuitamente dall’artista Hajto e donato dalla famiglia Asaro al Comune verrà collocato sul prospetto dell’ex mercato ittico all’ingrosso di piazzetta dello Scalo

 

Un pannello in ceramica realizzato a titolo gratuito dall’artista Hajto e dedicato a Vito Asaro, personaggio storico della marineria mazarese e meglio conosciuto come “Vito Giaffa” – l’ultimo “abbanniaturi” del mercato ittico di Mazara del Vallo –  verrà collocato sul prospetto dell’ex struttura mercatale all’ingrosso di piazzetta dello Scalo, oggi sede di Fedelambiente.
Lo ha deciso la Giunta municipale di Mazara del Vallo con deliberazione n. 19 di ieri, accogliendo la donazione del pannello in ceramica proposta dalla vedova e dai nipoti di Vito Asaro, attraverso una nota inviata al Comune dalla figlia Margherita Asaro.

Con la stessa deliberazione la Giunta ha accolto la richiesta della famiglia Asaro affinché lo stesso pannello donato al Comune venga collocato sul prospetto dell’ex mercato ittico all’ingrosso di piazzetta dello Scalo.
Il pannello in ceramica realizzato dall’ex sindaco Nicola Cristaldi in arte Hajto ha le dimensioni di 60×80 cm e riporta anche un pensiero del nipote maggiore di Vito Giaffa, venuto a mancare nell’agosto dello scorso anno: un uomo – come è ricordato nell’ambiente della marineria – dal cuore nobile che il giorno prima della scomparsa era proprio impegnato “alla marina” ad abbanniari.

Con lui – si legge nella deliberazione di Giunta – scompare uno dei mestieri più antichi legati alla storia ed alla tradizione della marineria mazarese.

La collocazione del pannello verrà coordinata dalla famiglia ed è in fase di organizzazione insieme ad un momento di riflessione sugli antichi mestieri nell’ambito della manifestazione di collocazione dell’opera.

 

15 marzo 2022

 

Ettore Bruno