Marsala. Il Sindaco Massimo Grillo chiarisce la propria situazione patrimoniale e fa presente di non percepire alcun vitalizio

Il Sindaco di Marsala, Massimo Grillo, precisa la sua situazione patrimoniale e lo fa con una dichiarazione che testualmente recita:

Gli obblighi di trasparenza previsti dalla legge per i titolari di cariche elettive mi consentono, finalmente, di fare chiarezza su alcune questioni personali e di potere rappresentare la mia situazione patrimoniale andando anche oltre quanto richiesto dalla normativa vigente.  

Da anni si dice che percepisco il vitalizio da ex-parlamentare. Come si evince chiaramente dalla mia dichiarazione dei redditi, così non è. Ho lasciato la carica di parlamentare nazionale nel 2006 senza mai percepire il vitalizio, il quale secondo la normativa attualmente in vigore mi spetterebbe dopo aver compiuto 60 anni. Inoltre, e anche questo è possibile verificarlo, sono tra i pochissimi ex-parlamentari che non hanno presentato i famosi ricorsi per percepirlo anticipatamente e contro la riduzione del suo ammontare.

In questi anni mi sono occupato della piccola azienda agricola costituita dalle proprietà agricole della mia famiglia. Da qualche tempo, tuttavia, la mia famiglia ha avviato un riassetto delle proprietà, dismettendo quelle agricole nell’ottica di avviare attività turistico-ricettive, motivo per cui ho chiuso la partita IVA agricola.

Per l’ultima dichiarazione dei redditi, dunque, avendo anche chiuso la partita IVA e non avendo alcuna attività a me intestata, non risultano entrate. Al di là dei redditi, la situazione patrimoniale e finanziaria mia e della mia famiglia è la seguente: sono proprietario solamente di due automobili, una BMW modello Serie 1 dell’anno 2005 e di una Peugeot 206 del 2006, inoltre sono in parte proprietario di 5 particelle di terreno situate nel comune di Petrosino. Pur non essendovi tenuto, desidero rendere noti anche alcuni altri elementi. L’unica proprietà in capo a mia moglie è costituita dalla prima ed unica casa nella quale viviamo. Sempre per l’anno in questione, la mia famiglia ha avuto redditi per circa 36000 euro. Per una ragione di piena trasparenza, fornendo informazioni finanche ulteriori rispetto a quanto prescritto dalla legge, ho ritenuto opportuno rappresentare la realtà completa della mia situazione patrimoniale personale e familiare”.

Nino Guercio