Marsala. Con la chiusura della Porta Santa concluso l’anno Giubilare al Santuario dell’Addolorata. Per L’Epifania la visita del Vescovo Angelo Giurdanella

Concluso l’anno Giubilare straordinario indetto in occasione del 25esimo anniversario dell’elevazione a Santuario della Chiesa dell’Addolorata a Marsala. Alle 17,00 del 31 dicembre scorso al termine di un rito dedicato, nel corso del quale sono stati cantati il Magnificat e il Te Deum e mentre il Rettore Don Nicola Altaserse, coadiuvato dall’Arciprete Don Marco Renda e dal Rettore emerito Padre Mariano Narciso incensava l’ingresso del tempio, è stato chiuso il Portone. Con questo gesto si è concluso un anno importante per la comunità marsalese e per i tanti fedeli che hanno potuto beneficiare dell’indulgenza plenaria.

“Al termine di questo importante periodo desidero porgere il mio più sentito ringraziamento a Dio, alla Penitenzeria Vaticana che lo ha concesso e  a quanti si sono prodigati perché tutto si svolgesse in maniera ottimale – precisa il Rettore Don Nicola Altaserse. Un affettuoso abbraccio lo rivolgo a Padre Mariano Narciso, mio predecessore, che tanto si è prodigato perché fosse indetto questo Anno Giubilare straordinario e al Vescovo emerito, monsignor Domenico Mogavero, che non ha mai fatto venire meno la sua vicinanza. Al tempo stesso desidero rivolgere il mio più caloroso benvenuto al nuovo Pastore della Chiesa di Mazara del Vallo, monsignor Angelo Giurdanella, che il giorno dell’Epifania del Signore presiederà la Celebrazione eucaristica, alle ore 11:00, in Santuario. Sarà per l’intera comunità  un momento eccezionale di condivisione della preghiera con il nostro Vescovo cui invito tutti i fedeli a partecipare”.