Mafia, confisca di beni per il fratello di Messina Denaro

Non si fa trovare presso la sua abitazione nonostante fosse sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza. Nella giornata di ieri è stata data esecuzione al decreto di confisca di 5mila euro, emesso dal Tribunale di Trapani, a Salvatore Messina Denaro, fratello del noto latitante.

Il provvedimento è scaturito in seguito a quanto accaduto il 4 luglio del 2018. Messina Denaro, all’epoca, era sottoposto ad obbligo di soggiorno e di rimanere presso la propria abitazione tra le ore 21.00 e le 7.00 del mattino. Quella sera però non venne trovato dai carabinieri al domicilio però il consueto controllo.

 

Fonte: GDS