L’Amministrazione Comunale di Campobello di Mazara dà la possibilità di rateizzare anche le oblazioni relative alle pratiche di sanatoria

Sindaco Castiglione e assessore Tramonte: «In un momento di emergenza, stiamo mettendo in campo ogni iniziativa possibile per cercare di venire incontro alle esigenze dei cittadini»

 

Oltre ai tributi locali, l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Castiglione offre ai cittadini la possibilità di rateizzare il pagamento dei contributi relativi alle pratiche di sanatoria edilizia.

Con l’obiettivo di venire incontro alle diverse richieste avanzate da cittadini, la Giunta comunale, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Stefano Tramonte, con deliberazione n. 261 del 25 ottobre scorso, ha infatti concesso la possibilità di rateizzare l’oblazione di somme superiori a 2.500 euro per i procedimenti relativi alla costruzione di fabbricati edificati senza il permesso di costruire o in difformità ad esso ai sensi della normativa vigente.

Allineando il permesso in sanatoria alle modalità attuate in sede di rilascio dei permessi di costruire ordinari, la Giunta, in particolare, ha introdotto la possibilità di rateizzazione del pagamento del contributo di costruzione e della sanzione sostitutiva alla demolizione sino a un massimo di quattro rate, di cui la prima da pagare al momento del rilascio del permesso di costruire e le altre tre semestrali distribuite in 18 mesi garantite da relativa polizza fideiussoria.

«In un momento di già grandi difficoltà finanziarie e di crisi di liquidità per la maggioranza dei cittadini – spiegano il sindaco Castiglione e l’assessore Tramonte – così come già avevamo fatto per i tributi comunali, abbiamo deciso concedere la possibilità di rateizzazione anche gli oneri di oblazione relativi alle pratiche di sanatoria, considerato che le norme nazionali e regionali che regolamentano il procedimento di regolarizzazione del fabbricato, non prevedono espressamente questa possibilità».