La cronaca e il tabellino della sfida Mazara-Don Carlo Misilmeri, valevole per la 10^ giornata del campionato di Eccellenza, girone A, terminata 0-1.

Sconfitta amarissima per il Mazara che dopo sette risultati utili di fila cade tra le mura amiche. La Don Carlo Misilmeri si impone grazie a una rete di Cossentino al 97’ su dubbia posizione di offside ed espugna il “Nino Vaccara”. Di seguito la cronaca del match e il tabellino:

Primo tempo: Prima occasione per i padroni di casa con Gomes, che però spedisce sul fondo. All’8’ la risposta misilmerese, Concialdi allarga sulla destra per Iraci che entra in area, ma Bertoglio in scivolata è decisivo. La gara è vivace, Mazara di nuovo pericoloso con un lancio di Saia per Gomes, il cui destro termina largo. All’11’, lancio in avanti dei biancorossi per Seckan, anticipato dall’uscita di Thomas. Ritmi che calano un po’, al 24’ Iraci ci prova su punizione, palla deviata e Thomas può bloccare. Poco dopo la mezz’ora, Elamraoui ci prova con il destro che finisce largo. Al 41’, punizione calciata da Elamraoui, batti e ribatti in area ospite e proteste dei gialloblù per un presunto tocco di mano, ma l’arbitro lascia correre. Quattro minuti più tardi, Fernandes Castro ci prova di testa, ma il suo tentativo è debole e impreciso. Dopo due minuti di recupero si va così al riposo a reti bianche.

Secondo tempo: Subito un cambio tra i canarini, con Semeraro che rileva l’infortunato Longo. Ritmi un po’ più bassi in avvio di ripresa, il Misilmeri si affaccia in avanti al 54’ con un’iniziativa di Lucera che mette in mezzo dalla sinistra per Seckan, pallone troppo lungo. Tre minuti dopo il Mazara risponde con Gomes, il cui destro da fuori non è preciso. Gialloblù che provano ad alzare i ritmi, sugli sviluppi di un corner Semeraro salta più in alto di tutto ma la sua incornata finisce di poco fuori. Al 71’, canarini vicini al vantaggio, punizione di Federico dalla distanza, il pallone scende improvvisamente ma Marino vola e con la mano di richiamo manda in corner. Due minuti dopo, una grossa chance per parte: prima sugli sviluppi di un corner, torre di Semeraro e palla per Pirrello che non riesce a dare potenza, Marino blocca e fa ripartire i suoi con Lucera che libera Concialdi, il quale salta Cesar e la piazza, Thomas con il piede salva i suoi. Dieci minuti dopo, cross dalla sinistra, Thomas devia quel tanto che basta per impedire a Caracappa di calciare in modo preciso. Cresce la pressione degli ospiti, all’88’ Lucera supera Bertoglio e calcia Thomas blocca il pallone a terra. L’arbitro concede sei minuti di recupero, l’episodio che decide il match arriva al 97’: palla messa in mezzo dalla sinistra da Caracappa, Cossentino in dubbia posizione di fuorigioco riceve e con il destro batte Thomas firmando il definitivo 0-1. Proteste da parte dei giocatori del Mazara che non riesce a far cambiare idea alla terna arbitrale, poi il triplice fischio dell’arbitro pone fine alle ostilità.

Il tabellino
Mazara: Thomas, Saia, Bertoglio, Federico (90’ Vallone), Longo (46’ Semeraro), Pirrello, Camara, Cesar, F. Castro, Elamraoui (80’ Illiano), Gomes. A disp.: Dominguez, De Vivo, Cardoso, Ventrone, De Martino, Gancitano. All. Marino (squalificato).

Don Carlo Misilmeri: Marino, Fricano, Ficarra (68’ Pellegrino), Lo Nigro (95’ Lo Gerfo), Cossentino, Giuliano, Mendola (61’ Caracappa), Cerniglia, Concialdi, Seckan (68’ Matera), Iraci (39’ Lucera). A disp.: Zummo, Frisella, Colombatti, Romano. All. Utro.

Arbitro: Paul Aka Iheukwumere della sezione de L’Aquila
Assistenti: Francesco Di Venti (Enna) e Elvira Rizzo (Enna)

Marcatori: 97’ Cossentino

Note: Ammoniti: Fricano (DCM), Mendola (DCM), Ficarra (DCM), Cesar (M), Camara (M). Recupero: pt 2’, st 6’.

L’Ufficio Stampa

Luca Di Noto