Istituto di Ricerca il Duemila: Indispensabile nuovo Piano Regolatore portuale di Mazara del Vallo

Emblematico il rilancio del porto di Mazara, a causa della grave e perturbante crisi della pesca schiacciata dalla perdita di DUECENTO pescherecci della flotta.

Nel Mediterraneo negli ultimi anni, grazie alla tipologia di grosse barche e mega yacht si è sviluppata, enormemente, la nautica da diporto. Produce milioni di PIL e nuovi posti da lavoro alle città costiere arricchite di grandi porti turistici, con approdi collegamenti nelle stagioni primaverili, estive, autunnali.

Mazara che lega la propria immagine al mare, per la posizione strategica nell’area mediterranea, non è rappresentata, priva di un vero e grande porto turistico come meriterebbe. Nessuno pensa come si dovrebbe fare ed agire.

Per essere consapevoli della storia che passa davanti a noi appare indispensabile che Mazara del Vallo riacquisti la sua missione marittima nel settore con capacita di ideazione e programmazione per dare valore al suo DNA nel XXI secolo nell’area del Canale di Sicilia.

Con una analisi critica di stravolgimento dello attuale immobilismo un segnale di consapevolezza e concretezza viene offerto dall’istituto Il Duemila presieduto dall’avv. Nicolò Vella. Propone un nuovo piano regolatore del porto per una diversa realtà funzionale. Destina e utilizza, lo storico porto-canale sul fiume Mazaro già dotato di banchine, a porto turistico internazionale, immediatamente disponibile e operativo.

La svolta di ruolo a porto turistico, serve a spezzare immediatamente alla svelta, l’omertà che incombe sulla colpevole incapacità delle istituzioni locali e della classe politica dominante che da 17 anni non riescono a risolvere le criticità per eseguire il dragaggio dei fondali nel porto canale.

La realizzazione del porto turistico internazionale assai caratteristico sul fiume, spiega il Presidente Nicolò Vella dell’istituto Il Duemila recupera l’anima di grandezza di Mazara, dando valore al suo DNA marittimo, utilissimo per la ripresa e sviluppo sostenibile della città di Mazara del Vallo, di Selinunte, e Paesi del Belice.

Per raggiungere e potenziare l’intero porto di Mazara, il progetto ambizioso del piano regolatore, indica di prolungare il molo al Trasmazaro, per l’attracco del grosso traghetto di collegamento con la Tunisia e di navi crociere e traffico commerciale. E la nuova vita del porto di Mazara del Vallo, con effetto rilevante sulla economia e sul turismo, il focus degli investimenti, infrastrutturali del Piano Regolatore Portuale, con i fondi del PNRR.

Nota Stampa Il Duemila