IRONMAN Barcelona. Presenti due gli atleti del Triatlhon Mazara/PAM

Domenica 2 ottobre 2022 neI villaggio di Calella nella regione di Barcellona-Maresme, sulla costa orientale della Spagna sul Mar Mediterraneo, si è disputato l’IRONMAN come ogni ottobre, dal 2014, sulla costa mediterranea un triathlon XXL sotto l’iconico marchio Ironman, creato dalla World triathlon corporation (WTC). L’IRONMEN  la gara di fine stagione più popolare d’Europa.

Una nuotata in mare nella baia per 3,8 chilometri, un percorso per bici veloce 180 chilometri e una corsa in piano 42,195 chilometri, questa gara ha registrato tempi inferiori alle 8 ore, rendendola un percorso personale infallibile. Avvolto dal sole spagnolo Il villaggio di Calella ospita questo evento di grande richiamo la gara appartiene alla serie European tour. Gli appassionati del triplo sforzo, dilettanti e professionisti, provano a vincere uno dei 40 posti di qualificazione per il mitico Ironman alle Hawaii!

Per diventare un vero “Iron Man” o “Iron Woman”, deve completare la gara in un tempo limite di 15 ore e 40 minuti.

L’islandese Sigurdur Orn Ragnarsson ha vinto la competizione assoluta in un tempo di 8 ore, 42 minuti e 1 secondo,  dietro di lui lo spagnolo Fernando Santander De La Muñoza con il tempo totale  8 ore, 48 minuti e 42 secondi, terzo un altro spagnolo Roberto Ruiz con un crono totale di 8 ore, 53 minuti e 32 secondi

L’Ironman rappresenta una gara “mitica” per chiunque pratichi il triathlon e in generale per ogni atleta di sport di resistenza. Moltissimi atleti corrono un ironman per laurearsi “finisher“, ovvero per arrivare in fondo, costi quello che costi. Il fatto che uno partecipi ad una gara per arrivare in fondo e non per fare il tempo, la dice già lunga sul fatto che questo tipo di gara, con lo sport, c’entri fino ad un certo punto.

Per prepararsi ad una gara di questo genere occorrono circa 6 mesi duri, difficili, a volte anche sconfortanti, ove il tempo da dedicare agli allenamenti spesso rincorre i tempi della vita di tutti i giorni,  spesso trascurando Famiglia, Lavoro, Amici e  tempo libero; giorni in cui bisogna andare a letto presto (sfiniti) e alzarsi all’alba per iniziare dove si era lasciato . Giornate in cui l’idea di mollare tutto è sempre presente nella testa ! però alla fine prevale sempre la cocciutaggine, la determinazione e la voglia di raggiungere gli obiettivi che ci si è prefissati.

Due gli atleti del Triatlhon Mazara/PAM hanno preso parte a questa gara di triathlon estrema Fabio Bocchetta e Maurizio Ferro. Entrambi gli atleti dopo una estenuante preparazione durata 6 mesi si sono presentati sul nastro di partenza. Buone per entrambi gli atleti le prime due frazioni di nuoto e bici anche se quest’ultima frazione fortemente condizionata dal vento per più di metà del percorso. Fabio completa i 3,8 km di nuoto in 1:19:03 mentre la frazione di bike la conclude in 6:04:50, Maurizio invece esce dall’acqua in 1:23:29 e chiude la frazione Bike in 6:31:59.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La frazione di corsa invece mette a dura prova i due atleti del Triatlhon Mazara, infatti Fabio Bocchetta dopo le due belle frazioni concluse ha cominciato ad avere qualche problema fisico già nei primi chilometri ed è stato costretto al ritiro quando aveva già percorso oltre 20KM.

La grinta e la determinazione di Maurizio invece in 5:08:54 lo hanno portato al traguardo, ci sono stati momenti in cui non sono mancati guai di tipo muscolare ed intestinali, ma nonostante tutto ha portato a compimento l’estenuante gara ultimando l’impresa con un tempo totale di 13:22:05.

Il tempo di archiviare questa esperienza e già i nostri atleti pensano alla prossima ambiziosa meta da conquistare. Sicuramente li rivedremo nuovamente a macinar chilometri per mare e per terra sia in bici che a piedi.