Il Distretto della Pesca in missione in Tunisia per il progetto Bleu Adapt

Nuova Missione istituzionale in Tunisia per il Distretto della Pesca e Crescita Blu – Cosvap nell’ambito del progetto “Bleu Adapt” finalizzato all’attivazione di iniziative di monitoraggio e contrasto dell’invasione nel Mediterraneo della specie biologica aliena Granchio Blu. Il progetto è finanziato dal Programma Europeo IEV di Cooperazione Transfrontaliera ITALIA-TUNISIA 2014-2020 e vede il Distretto della Pesca quale partner italiano che opera a supporto delle aziende della filiera della pesca siciliana e dei suoi operatori. L’obiettivo è quello di implementare azioni concertate al fine di trasformare la “minaccia” Granchio Blu in una “risorsa” per le marinerie. Alla missione in Tunisia, per il Distretto della Pesca hanno partecipato la Dott.ssa Angelita Marino, il Dott. Francesco Foraci, la Dott.ssa Marianna Cittadino e il Dott. Hajlaoui Khaled Sghaier, i quali, oltre ad incontrare i partner esteri del progetto, durante i lavori hanno potuto confrontarsi con il Sottosegretario dell’Agricoltura e della Pesca della Tunisia, Dott. Skandrani Yassine, e con il Direttore Generale della Pesca, Dott. Rafik Nouaili. “Si tratta di un’iniziativa molto interessante – ha dichiarato Nino Carlino, Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu – che ci consente di contribuire al monitoraggio di questa specie aliena sempre più presente nei nostri mari. Attraverso il nostro operato intendiamo favorire tutta la filiera della pesca fornendo informazioni utili rispetto a modalità di cattura ed anche di utilizzo commerciale del Granchio Blu.”

 

 

Tonino Fisco

Ufficio Stampa del Distretto Pesca