Enzo Tardia al Museo “Riso” di Palermo

Al “Palazzo Belmonte Riso”, Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo, nei locali della ‘Foresteria’, avrà luogo, dal 22 ottobre (inaugurazione alle ore 17,30) al 22 novembre del 2021, la personale del trapanese Enzo Tardia dal titolo “Torsioni, labirinti. Forme e scritture asemiche del terzo millennio”, a cura di Tanino Bonifacio e Aldo Gerbino.

L’artista

Il mondo pittorico di Enzo Tardia (Trapani 1960), inizialmente, vede al centro, soprattutto, la sua Trapani (con il suo Monte) sospesa tra cielo e mare e l’azzurro dalle molteplici tonalità come dentro alla dimensione di un personale “in-finito”, questi dipinti risentono del rapporto intenso e continuo con la pittura di Lino Tardia.

Nel corso degli anni, la pittura di Enzo è cambiata nella struttura e nei colori: è un continuo “fluire di rombi, quadrati, linee alterne e parallele, disciolte in vellutate discromie, altre volte irridenti per i colori fieri”, scrive il critico d’arte Aldo Gerbino. I suoi “labirinti” sprigionano magia, sono “scatole” che catturano sogni. Un arco creativo sottolineato negli anni con il sostegno di diversi artisti e critici: da Renzo Bertoni a Francesco Carbone, da Dario Micacchi a Turi Sottile, da Ugo Attardi a Giorgio Celli.

La mostra

La mostra di Palermo accoglie lavori realizzati negli anni 2013/2021 ed è corredata da un catalogo con testi introduttivi di Luigi Biondo e Alberto Samonà, e da un registro critico firmato da Aldo Gerbino, Tanino Bonifacio, Francesco Gallo-Mazzeo e Margherita Musso.

I suoi labirinti e scatole magiche, realizzati sulla tela “rivoltata” e senza imprimitura (diventando essa stessa colore), si arricchiscono di torsioni che ne accentuano il movimento, le forme diventano vere e proprie scritture asemiche (senza nessuno specifico contenuto semantico) che lascia al lettore l’assoluta libertà d’interpretazione, caricandola di significati propri e “altri”.

La monografia

In occasione della personale, il poeta Tommaso Romano (Presidente della «Fondazione Thule») presenterà la monografia “Elogio della Simmetria”, curata da Aldo Gerbino (volume pubblicato nel 2019 per le Edizioni Thule, Palermo), e che mette insieme l’arco creativo di oltre trent’anni dell’artista trapanese.

Giacomo Cuttone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *