Covid: sostegno e supporto psicologico gratuito per i soggetti che hanno contratto il virus. Al via il progetto “back to life together”

Promosso Da Samot Ragusa Onlus, Realizzato Con Il Contributo Del Fondo Di Beneficenza Di Intesa San Paolo. L’intervento Si Svolge Nelle Province Di Ragusa, Siracusa E Trapani

 

Sostegno gratuito per i soggetti fragili che sono stati colpiti dal Covid e che manifestano disturbi psicologici che persistono da oltre un mese. È la Samot Ragusa Onlus che torna a supportare chi accusa disturbi che proseguono anche oltre la guarigione dal virus. Dopo la riabilitazione respiratoria e motoria che ha interessato i soggetti coinvolti nel progetto “Back to Life” avviato nel luglio 2021 con ottimi riscontri, viene adesso avviato il nuovo progetto “Back to Life Together”, per dare sostegno psicologico a chi, pur guarito, continua a manifestare disturbi della sfera affettiva, depressione, disturbi dell’umore, irritabilità, insonnia o segnali di stress post-traumatico correlati alle conseguenze dirette e/o indirette della pandemia. Questi ultimi anni di presenza del virus hanno visto la trasformazione profonda delle abitudini di ognuno. La paura, la preoccupazione e l’incertezza hanno prodotto conseguenze rilevanti anche sul piano dell’equilibrio e del benessere psicologico. I lockdown hanno prodotto un progressivo deterioramento delle reti sociali, conseguente agli alterni periodi di isolamento che hanno caratterizzato gli ultimi due anni. In alcuni casi, l’isolamento domiciliare ha determinato l’insorgenza di diversi sintomi di disagio psicologico.

 

«Grazie alla realizzazione del progetto “Back to Life” dello scorso anno – spiega Daniela Di Noto, presidente di Samot Ragusa Onlus – abbiamo avuto la conferma, in linea con le numerose ricerche, di quanto fosse importante realizzare dei percorsi di supporto psicologico rivolti a chi, a causa del contagio, ha subito importanti cambiamenti del proprio stile di vita, avendo delle ricadute sul piano psicologico e relazionale. Per questo motivo, grazie sempre al Fondo di Beneficenza di Intesa San Paolo, abbiamo ora pensato a dei percorsi orientati a consentire un pieno ritorno alla normalità e un graduale reinserimento sociale, offrendo un sostegno nell’elaborazione e nella gestione delle strategie comportamentali (strategie di coping) più idonee per definire risposte adattative in grado di fronteggiare problemi emotivi ed interpersonali e gestire ansia e paura».

 

Il progetto intende offrire supporto psicologico domiciliare gratuito a circa 170 beneficiari, nelle aree coperte dalle sedi operative dell’associazione, ovvero le province di Ragusa, Siracusa e Trapani. Si tratta di 10 incontri a cui si aggiungeranno una valutazione iniziale e una valutazione finale, per complessivi 12 incontri che si concluderanno in circa 12 settimane (tre mesi).

 

“Back to Life Together” intende inoltre dare continuità al progetto “Back to Life”, in quanto la richiesta di adesione al supporto psicologico può essere presentata anche dai pazienti che hanno beneficiato dei percorsi di riabilitazione respiratoria e neuromotoria del progetto precedente.

 

In nessun caso il progetto potrà offrire percorsi di psicoterapia, che richiederebbero una presenza continuativa dello psicoterapeuta nel medio e lungo periodo e che non sarebbero compatibili con i tempi previsti e gli obiettivi della proposta progettuale.

 

L’accesso al servizio è gratuito e può avvenire telefonando al numero 344 032 5322, dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 19.00, o compilando direttamente il modulo online disponibile sul sito web www.samot.org. Le istanze verranno valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione. Maggiori informazioni e ulteriori chiarimenti possono essere richiesti scrivendo all’indirizzo email backtolife@samot.org.

 

 

 

 

 

03 novembre 2022

 

ufficio stampa

 

Carmelo Saccone per MediaLive