Condannato a 6 mesi un imprenditore ittico a Mazara, assolto il fratello

È stato nuovamente condannato, stavolta per insolvenza fraudolenta, il 53enne imprenditore mazarese del settore ittico Eduardo Asaro, socio-amministratore della “Mare Azzurro srl”, dichiarata fallita dal Tribunale di Marsala il 7 giugno 2013.

All’imprenditore – che nello scorso febbraio, davanti al gup Riccardo Alcamo, ha patteggiato una condanna a due anni di reclusione per bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, nonché la sottrazione e/o distruzione di libri e scritture contabili – il giudice monocratico Maria Pia Blanda ha inflitto sei mesi di carcere, nonché l’obbligo di risarcire il danno alle parti civili (due imprenditori, sempre del settore ittico, di Sciacca) assegnando loro una “provvisionale” (in attesa, cioè, della causa civile) di 15 mila euro ciascuno.

 

di Antonio Pizzo per trapani.gds.it