Campobello di Mazara. Incremento dell’orario di lavoro per 41 dipendenti comunali già stabilizzati

Sindaco Castiglione« Abbiamo voluto dare il giusto riconoscimento al personale che rappresenta una risorsa indispensabile per la vita amministrativa dei nostri uffici. A breve contiamo di trasformare tutti i 52 contratti a 36 ore»

Comunicato Stampa n. 90 del 03/01/2022

Importante traguardo per quarantuno dipendenti part time già stabilizzati del Comune di Campobello che, a partire dal 16 gennaio, potranno godere dell’integrazione del proprio orario di lavoro a 30, 33 e 35 ore settimanali.

La Giunta comunale guidata dal sindaco Castiglione, il 31 dicembre, ha infatti deliberato la “Modifica contrattuale dei dipendenti a tempo indeterminato e part time assegnati ai servizi indispensabili per l’Ente, nel rispetto dei vincoli di spesa in materia di personale”.

Gran parte dei 52 ex contrattisti che il 1° luglio 2019 erano stati assunti, dopo trent’anni di precariato, a tempo indeterminato, firmeranno dunque il nuovo contratto di lavoro che prevede appunto un aumento delle ore settimanali da 18 e 24 a 30, 33 ore e 35 ore, in relazione alle diverse e motivate esigenze rappresentate dai capi settore e in considerazione del fatto che, in base alla normativa, non è possibile procedere alla trasformazione completa da part time a full time prima dei 36 mesi di servizio a tempo indeterminato.

«Abbiamo voluto dare dignità al lavoro e il giusto riconoscimento a questo personale che rappresenta una risorsa indispensabile per la vita amministrativa dei nostri uffici comunali sotto organico a causa dei numerosi pensionamenti – dichiara il sindaco Castiglione – Questo risultato è il frutto della precisa volontà politica di questa Amministrazione, che ha perseguito sin dall’inizio l’obiettivo di dare stabilità ai precari del Comune, seguendo scrupolosamente le normative vigenti in materia. Dopo la stabilizzazione, grazie soprattutto alla competenza e al prezioso contributo del segretario generale Elia Maggio e di tutti i dirigenti, ci siamo infatti adoperati al fine di rendere attuabile anche la trasformazione dell’orario di lavoro, mediante il piano triennale delle assunzioni, offrendo a questo personale l’opportunità di lavorare di più e di ottenere un consequenziale incremento del loro compenso. Abbiamo così pienamente onorato un altro degli impegni assunti nel nostro programma elettorale e il nostro impegno continuerà al fine di garantire, non appena avremo la disponibilità di nuove risorse economiche, la modifica dei contratti anche per il personale che al momento non l’ha ancora avuta, con l’obiettivo di poter quindi trasformare a breve tutti i 52 contratti a 36 ore».

La portavoce

Antonella Bonsignore