Arrestato dai Carabinieri un 24enne trapanese: sarebbe evaso dagli arresti domiciliari per compiere un furto

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno arrestato un 24enne del posto, già gravato da precedenti per reati contro il patrimonio, in esecuzione dell’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal locale Tribunale.

Tale provvedimento, che prevede la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con dispositivo elettronico, con quella più afflittiva della custodia in carcere, scaturisce dalle attività investigative che i militari dell’Arma hanno condotto negli ultimi tempi, continuando a seguire in modo discreto i movimenti del 24enne.

In questo contesto operativo, i Carabinieri hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza in merito a reiterate violazioni delle prescrizioni imposte della misura cautelare nonché ad altri presunti reati di cui l’uomo si sarebbe reso responsabile.

In particolare, secondo quanto emerso da una successiva attività investigativa condotta dalla Stazione Carabinieri di Paceco, l’uomo sarebbe evaso dagli arresti domiciliari per compiere un furto aggravato ai danni di un supermercato sito a Paceco, insieme ad un complice.

In quella circostanza, secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma anche grazie all’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza, i due presunti responsabili, previa effrazione di una porta di ingresso posteriore, si sarebbero introdotti all’interno del supermercato asportando tutto il denaro contenuto nei registratori di cassa.

La competente Autorità Giudiziaria, concordando con gli esiti delle indagini e in considerazione delle molteplici e gravi violazioni documentate dai Carabinieri, se pur presunte, di cui è accusato il 24enne, ha ritenuto opportuno applicare la custodia cautelare in carcere nei confronti di quest’ultimo.

Per tale motivo, l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani.

Le indagini degli inquirenti proseguono al fine di raccogliere ulteriori riscontri investigativi.

 

 

Trapani, 14 ottobre 2022