Valderice : Concluse le indagini sulle maestre “violente”

La Procura di Trapani ha notificato l’avviso conclusione indagini preliminari, atto che solitamente prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, a quattro maestre di una scuola elementare di Valderice (Istituto “Giovanni Falcone) accusate di violenze fisiche e verbali in danno diversi alunni due seconde classi.

Il reato ipotizzato è maltrattamenti in concorso, aggravati dal fatto di averli commessi in danno di minori all’interno di una scuola. Il caso venne fuori alla fine dello scorso febbraio, quando il giudice per le indagini preliminari le sospese dall’insegnamento (solo una di loro è stata, poi, riammessa in servizio). L’indagine, condotta dalla polizia, scattò a seguito di una relazione fatta alla preside da un’altra maestra, mentre i genitori erano all’oscuro di quanto, secondo l’accusa, sarebbe accaduto dentro le mura dell’edificio scolastico. Le quattro maestre indagate (le loro iniziali sono I.A., G.P., M.A. e G.G.), secondo quanto si legge nelle carte, “maltrattavano gli alunni affidati alla loro cura per ragioni di educazione sottoponendoli a ripetuti atti di violenza fisica e psicologica”. E in particolare “ingiuriavano, minacciavano e vessavano i bambini con frasi quali ‘io non dico se sarebbe, lo dici tu che sei un ignorante, io dico se fosse; ma non ti vedi? tu non sei normale;… tu mi vuoi fare morire… oltre a non capire nulla sei anche sordo; dovete schiattare voi e le vostre famiglie… che cazzo fai con i colori… stupida… ora ti spacco la faccia…”.

E poi schiaffi, bambini tirati per i capelli, per le orecchie, sculacciati, strattonati, presi per la maglia e trascinati fuori dalla classe. I fatti contestati sarebbero stati immortalati, tra dicembre 2017 e l’inizio di quest’anno, da alcune microcamere istallate all’interno delle aula dagli agenti della Sezione “Reati contro la persona” della polizia di Trapani.