Trapani, il comandante provinciale Vitagliano: “Meno furti e fatti di sangue”

Celebrata anche a Trapani, con una sobria cerimonia il 205^ anniversario di fondazione del Corpo dei Carabinieri. Alla cerimonia erano presenti le più alte cariche civili, religiose e militari, tra cui il Prefetto, Tommaso Ricciardi, il presidente del Tribunale, Andrea Genna, il Procuratore della Repubblica, Alfredo Morvillo e Padre Antonino Adragna.

La Festa dei carabinieri è il momento, come ha sottolineato lo stesso comandante provinciale il colonnello Gianluca Vitagliano «che serve a tracciare un bilancio. Risultati che io condivido con il mio predecessore, il Colonnello Stefano Russo, cui idealmente va il nostro affettuoso abbraccio.

Parlare di numeri, risulterebbe sterile e, soprattutto per alcune tipologie di fenomeni criminali, particolarmente riprovevoli, poco corretto dal momento che l’unico numero accettabile sarebbe zero. Ragionando, sulle tendenze non possiamo che condividere con voi la nostra soddisfazione. L’attività repressiva è in costante aumento come testimoniano gli arresti e le denunce. La prevenzione, grazie al continuo coordinamento e ricettivo e disponibile dialogo, registra da un lato il calo dei reati in genere soprattutto di quelli più efferati e di quelli contro il patrimonio, ed al tempo stesso un aumento della proiezione esterna dei Reparti».

fonte :gds.it