Successo in provincia di Trapani per l’evento “Benvenuta Gardensia”

L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, in occasione dei suoi 50 anni di attività, ha lanciato il nuovo evento “BENVENUTA GARDENSIA” per raccogliere fondi per sostenere la ricerca sulla Sclerosi Multipla, una malattia invalidante che colpisce il sistema nervoso centrale.

Lo scorso week end, e in occasione della festa della donna, anche la nostra città è stata colorata dalle piantine di gardenia e di ortensia, i due fiori hanno voluto rappresentare il doppio impegno di AISM al fianco delle persone con sclerosi multipla: la ricerca e l’assistenza.
Due fiori per sottolineare lo stretto legame tra le donne e la malattia, perché le donne sono colpite il doppio rispetto agli uomini.

Anche quest’anno, grazie alla generosità di tutti i donatori e di quanti hanno dato il proprio personale contributo, la ricerca scientifica e l’assistenza alle persone con sclerosi multipla possono andare avanti.

Non è bastato un clima siberiano in gran parte d’Italia a fermare i nostri volontari.
L’iniziativa promossa da AISM – con il Patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso –   ha superato pioggia e neve e ha raggiunto l’obiettivo. Sono stati raccolti oltre 3 milioni e mezzo di euro che saranno destinati a fondamentali progetti di ricerca sulla sclerosi multipla e a servizi diretti alle persone con SM.

In provincia di Trapani, i volontari AISM sono stati presenti in oltre 8 comuni con diversi Punti di Solidarietà tra piazze, scuole, supermercati ed enti pubblici che hanno aderito alla causa ed hanno distribuito circa 1000 piantine di Gardenie e Ortensie.

Molti gli uffici, le scuole e le associazioni della provincia che hanno aderito all’iniziativa: l’Aeronautica Militare 37 Stormo Birgi, la Caserma Giannettino 6° Reggimento Bersaglieri, l’Agenzia delle Entrate di Trapani, l’Interact Club Trapani-Erice, l’Interact di Alcamo, Interact e Rotaract di Marsala, l’Ospedale Sant’Antonio Abate, il gruppo Scout di Paceco, la Croce Rossa Italiana di Trapani, Mazara e Alcamo, i punti Simply della zona e il CONAD Arcipelago di Trapani.

Si conclude dunque, con grande successo, l’edizione 2018 della manifestazione nazionale Benvenuta Gardensia che ha dato il via alla serie di iniziative con cui l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla celebrerà i suoi 50 anni, lanciando anche la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #SMuoviti, per dare risalto al fatto che 50 anni fa AISM era formata da non più di una decina di volontari e una sola sede. Ora i volontari sono oltre 10.000; le sezioni AISM sono 100, sono 17 i coordinamenti regionali, 63 i gruppi operativi, 5 i servizi di riabilitazione; 3 i centri socio-assistenziali, 4 le strutture per la promozione dell’autonomia e del turismo sociale. Ora AISM è di tutti. Sono AISM le 114 mila persone in Italia che convivono con la SM e le loro famiglie. Sono AISM i fisioterapisti e tutti quegli operatori socio-sanitari che ogni giorno aiutano le persone a camminare con le proprie gambe, sono AISM i medici e i ricercatori che in trent’anni hanno garantito cure contro la SM. Sono AISM i datori di lavoro che assumono persone con SM rispettando le loro esigenze di vita e cura; sono AISM i giornalisti che comunicano correttamente su questa malattia; sono AISM l’esercito di donatori e volontari che sostengono e affiancano l’associazione ogni giorno; sono AISM tutti i Trapanesi che hanno scelto di sostenere la ricerca sulla SM con GARDENSIA.

Oggi, grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. “Manifestazioni come la Gardensia hanno permesso negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al finanziamento dei progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da SM, in particolare per le donne e le loro famiglie a cui questa manifestazione è dedicata”, afferma Angela Martino, presidente nazionale di AISM.

 

Resp. Comunicazione

AISM Trapani

Paola Rao