Mazara. “Salvare una vita si può ed è un gioco di ragazzi”

“Salvare una vita si può ed è un gioco di ragazzi”.  Con questo slogan un centinaio di ragazzi, divisi in sei squadre,  hanno partecipato al “Grest” organizzato dalla parrocchia Cattedrale di Mazara e che si è svolto nell’adiacente spazio aperto. Una vera festa con giochi e riflessioni, che ha visto protagonisti ragazzi dal 8 ai 12 anni cimentarsi in eventi ludico  educativi ma anche imparare come soccorrere una persona colta da malore e in difficoltà.  In tal senso, l’equipe dei soccorritori dell’Associazione Misericordia di Partanna hanno guidato i ragazzi in alcuni stage permettendo di maturare nel futuro un beneficio comune ed utile per loro e per gli altri. Il parroco don Edoardo Bonacasa ha allestito un laboratorio veramente unico per fantasia ed attrazione su modi di fare e di comportarsi,   organizzando le sei squadre “con il coraggio, la tenacia, la libertà, l’impegno, la fedeltà e la fede” per potersi “mettere in gioco perché la vita è una cosa seria”. (*sg*)