Marsala. Conclusa l’edizione 2019 delle “Manifestazioni Garibaldine”

Conclusa l’edizione 2019 delle “Manifestazioni Garibaldine”, con giornata clou l’11 Maggio, nel corso della quale sono stati celebrati i due eventi che hanno scritto Marsala nelle pagine di storia. Così, in mattinata, prima la deposizione della Corona d’Alloro a Villa Del Rosario in ricordo delle Vittime civili del 1943; successivamente, le celebrazioni per il 1860, anno dello Sbarco dei Mille. Ed il Monumento ad essi dedicato è stato al centro anche di altre iniziative che si sono svolte lungo i tre giorni. Numerose Ferrari e Auto storiche, centinaia le Moto d’epoca partecipanti al raduno, con tantissimi piloti e accompagnatori che hanno soggiornato in città. Poi la Veleggiata – coordinata dall’assessore Andrea Baiata – con diverse imbarcazioni partecipanti al 4° Trofeo “Garibaldi Challenge” promosso dal Comitato Circoli Velici e inserito nel calendario FIV. Tra gli appuntamenti delle manifestazioni tenuti nel Complesso San Pietro, la riapertura del “Museo Risorgimentale Garibaldino” – cui ha dato il proprio contributo determinante la dr.ssa Cristina Vernizzi, già direttrice del Museo risorgimentale di Torino – ora intitolato a “Giacomo e Luigi Giustolisi”, con un nuovo allestimento e un riordino delle aree espositive secondo il progetto realizzato dall’Associazione Atollo. Nell’ex Monastero del ‘500, anche due convegni: quello a cura del Centro Studi Garibaldini presieduto da Romano Ugolini, in cui ha portato il suo saluto anche l’assessore Clara Ruggieri; l’altro organizzato dall’Associazione Storia Patria, con l’avv. Ignazio Caruso che ha relazionato sul tema “Lo sbarco dei Mille nel ricordo dei testimoni oculari”. Interessante, poi, la mostra “La Grande Guerra” allestita nella Biblioteca comunale, ricca di documenti e immagini, e che si potrà visitare anche nel corso dell’estate. “Complessivamente, afferma il sindaco Alberto Di Girolamo, abbiamo registrato partecipazione e apprezzamenti per le iniziative proposte. E mi riferisco sia agli appuntamenti spiccatamente culturali che a quelli che hanno arricchito e animato le manifestazioni”. Il riferimento è sia alla rassegna “L’Unità a Tavola” (ha coinvolto 5 ristoranti) che alla estemporanea di pittura in piazza Purgatorio, entrambe promosse dall’Associazione “Nel segno del sale”. Ma anche il “Color Vibe” ha creato una grande aggregazione di giovani a Porta Nuova e nei punti colore lungo il percorso cittadino; mentre “Pompieropoli” si è dimostrato un appuntamento altamente didattico ed educativo, grazie all’impegno della sezione trapanese dell’Associazione Vigili del Fuoco. Sono stati loro che hanno coinvolto centinaia di alunni della scuola primaria in un percorso che ha voluto dimostrare il grande e importante lavoro di soccorso svolto dai Vigili. Le Manifestazioni si sono chiuse a Villa Cavallotti, con il villaggio gastronomico “Gustissimo” organizzato dall’Associazione Luna e dintorni, che ha riscosso notevolissimi consensi. Per tre giornate, il cibo da strada siciliano ed altri prodotti tipiciti regionali sono stati apprezzati da cittadini e visitatori, con corollario presentazioni di libri e intrattenimento musicale in collaborazione con l’Associazione Ciuri.

Alessandro Tarantino