L’ex Provincia chiede urgente tavolo tecnico per utilizzazione somme in favore dell’aeroporto di Birgi

Il COMMISSARIO STRAORDINARIO del LIBERO CONSORZIO COMUNALE di TRAPANI (già Provincia Regionale) ha chiesto l’urgente e immediata attivazione di un tavolo tecnico per l’utilizzazione delle somme relative al contributo regionale straordinario, concesso nel 2011 e integrato nel 2016, sottolineando ancora una volta la grande importanza rivestita dall’aeroporto di Trapani-Birgi, quale struttura essenziale per lo sviluppo economico e turistico di tutto il territorio.

La richiesta di attivazione del tavolo tecnico è stata indirizzata agli Assessori regionali per le Autonomie Locali, del Turismo e dell’Economia, nonché ai dirigenti dei dipartimenti regionali di riferimento.

L’iniziativa del Commissario Straordinario, dott. Raimondo Cerami (nella foto), fa seguito al precedente comunicato stampa del 6 dicembre 2017,  tenuto conto che risulta ormai prossimo il termine – 28 febbraio 2018 – entro il quale la Regione chiederà che venga inviata la rendicontazione dei contributi straordinari di cui il Libero Consorzio continua a disporre (per la precisione € 2.580.660,00) e stanziati con le leggi regionali 16/2011 e 8/2016, per favorire l’incremento dei flussi turistici dell’aeroporto Trapani-Birgi ed il relativo piano di promozione, in conseguenza della chiusura del traffico aereo causata dall’evento bellico internazionale nel periodo marzo-aprile 2011.

Tale somma  è rimasta finora inutilizzata, sebbene fin dal mese di marzo dello scorso anno il LIBERO CONSORZIO COMUNALE abbia specificamente richiesto alla REGIONE SICILIANA di fornire adeguate risposte ai quesiti riguardanti l’utilizzazione e la rendicontazione di tali somme di denaro.

Il Commissario Straordinario ha ribadito, in tutte le sedi, che , anche se  l’Ente non è più socio di Airgest s.p.a. (società di gestione dello scalo civile),  avendo ceduto l’intera propria quota di partecipazione azionaria alla Regione Siciliana fin dall’ottobre del 2013, l’aeroporto di Trapani-Birgi deve continuare a svolgere il suo ruolo di strumento dello sviluppo economico dell’intero territorio provinciale e che solo una  grande unità di TUTTI i COMUNI con il LIBERO CONSORZIO COMUNALE di TRAPANI e con la REGIONE SICILIANA può rappresentare la soluzione per superare tutte le criticità che hanno finora impedito il pieno rilancio dell’attività aeroportuale.

Il dott. Cerami, infine, formula l’auspicio che i neo assessori regionali dispongano l’urgente convocazione del tavolo tecnico richiesto dal Libero Consorzio Comunale di Trapani e decidano di invitare ai lavori i Sindaci e ad altri soggetti istituzionali che possano fornire il loro contributo per il rilancio dell’aeroporto.

 

Trapani, 12 gennaio 2017

 

L’UFFICIO STAMPA