La CGIL di Mazara risponde al Commissario dell’ASP Bavetta

Un profeta del dubbio.

“Errare humanum est, perseverare autem diabolicum ” Commettere errori è umano, ma perseverare (nell’errore) è diabolico”. Agostino.

Al commissario Bavetta facciamo rilevare:

  • se non avessimo scritto al Presidente della Repubblica, nessuno si sarebbe degnato di rispondere;
  • che cosa c’entra il cronoprogramma con la sospensione immotivata di un servizio importante per tanti cittadini, senza fornire né giustificazioni, né una rispettosa informazione ai pazienti?
  • perché il servizio “Anestesia e rianimazione ambulatoria di terapia del dolore” che operava tre volte la settimana, associato, in un ambulatorio, con l’ortopedia, nel momento del trasloco, è stato dissociato, sospeso e allocato in una stanza vuota, senza definire i tempi di riapertura, che avrebbero potuto essere, con una maggiore accortezza e sensibilità, molto limitati anzi nulli, proprio perché il laboratorio era attivo tre giorni la settimana, e gli altri 4 giorni rimasti sarebbero stati più che sufficienti per attrezzare il nuovo laboratorio?
  • siamo in presenza di disattenzione, di improvvisazione o di mancanza di rispetto per i pazienti e per i loro familiari, ai quali nonostante, le sue “rassicuranti” affermazioni, si sta negando ancora un diritto costituzionale?
  • infine, il commissario rimane ancora nel vago per quanto riguarda il, potenziamento del servizio, forse perché continua a “sfuggirli” sia l’importanza che la complessità di una offerta qualificata e adeguata.

 

Errare humanum est, perseverare autem diabolicum ” Commettere errori è umano, ma perseverare (nell’errore) è diabolico”. Agostino.

 

 

Il segretario CGIL-Camera del lavoro

dott. Vito Gancitano (un profeta del dubbio)