Identità culturale di Mazara. Memoria e Futuro

Corso di Laurea Specialistica Biennale in Scienze e Tecnologia per l’Ambiente Marino e per il Turismo con sede operativa a Mazara del Vallo. L’Annuario Accademico della Università di Palermo, così annunciò la convenzione della singolare e straordinaria opera voluta, con chiarezza intellettuale dall’ex Sindaco Vella, che definiva ruolo, nuova identità culturale, missione di Mazara nel Mediterraneo, diventato contesto internazionale assai complesso.

Il Comune di Mazara del Vallo nel bilancio 2004 inserì voce di sostegno finanziario per la istituzione. Offrì locali in comodato d’uso per aule e laboratori ove materializzare i due indirizzi di studio per la Laurea. Con comportamento davvero irresponsabile per la Città, la governance municipale succeduta, non portò avanti il progetto di rilevante rigenerazione culturale, e Mazara ridimensionò ruolo e ambizioni. Si allontanò dalla sua storia di valore mediterraneo. E non va dimenticato che già affioravano le condizioni che avrebbero condotto dolorosamente al ridimensionamento della pesca e conseguente crisi economica e occupazionale.

Il Direttore dell’Istituto di ricerca Il Duemila, nella riunione di fine maggio, ha aperto un fronte di riflessione per esaminare, se e come, individuare un sentiero per rispolverare e proporre il corso di Laurea specialistica in Scienze per l’Ambiente marino e il Turismo sempre a Mazara del Vallo. E’ arrivato il momento di farlo ripartire per consolidare lo status di essere una delle grandi capitali del Mediterraneo, in una cornice di metamorfosi culturale e tecnologica. Tutte le strade portano all’ex Convento dei Carmelitani, il Palazzo di Città. Si chiedono risposte efficaci, misure adeguate, concretezza per una nuova convenzione con l’Università di Palermo. E’ scelta coraggiosa riportare la centralità anche tecnologica e scientifica di Mazara nel Mediterraneo. Con chiarezza, saggezza e senso di responsabilità mette la Città all’interno delle coordinate culturali, tecnologiche, economiche, sociali dell’Unione Europea. E’ un bene, un volano per l’intero sistema – città nella sfida trionfante della tecnologia per il cambiamento.

Istituto di Ricerca Il Duemila