Ferragosto sicuro nel Trapanese, l’ordinanza che vieta i falò

Ritorna il divieto di “trasportare, stoccare o immagazzinare legna di qualsiasi genere nelle spiagge o in prossimità dei varchi di accesso al mare” per prevenire l’accensione di falò nella notte che precede ferragosto. Divieto di trasportare legna in spiaggia e dunque di accendere e fare falò sulla spiaggia Plaia, Guidaloca, cala Marina e cala Mazzo di Sciacca nei giorni 14 e 15 di agosto, con relativa regolamentazione della circolazione stradale: l’ordinanza del sindaco Nicola Rizzo prevede la chiusura al traffico e divieto di sosta con rimozione dei veicoli nella corsia lato nord della spiaggia Plaia, cioè il lato mare, dalle ore 18 del 14 agosto alle ore 4 del 15 agosto cioè la mattina di ferragosto.

L’accensione di fuochi sulla spiaggia è già proibita con regolamentazione della Capitaneria di Porto e dell’assessorato regionale Territorio ed Ambiente e prevede il divieto di accensione di fuochi a combustibile nonché l’accensione di qualsiasi altro fuoco sulla spiaggia, ma nella notte del 14 agosto in tanti  si recano nelle spiagge cittadine con l’intenzione di fare dei falò.

Allo scopo di “prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana” il sindaco Nicola Rizzo ha emesso l’ordinanza che prevede, per chi non la rispetta, una sanzione pecuniaria che va da 25 a 500 euro.

fonte gfds