Ecco gli eletti in provincia di Trapani, a rappresentare il territorio saranno in 6. Tutti i voti di preferenza nelle liste del collegio di Trapani. Tutti i 70 Deputati eletti

Manca solamente l’ufficialità, ma ormai si è delineato il quadro degli eletti in provincia di Trapani. Nel PD eletto Baldo Gucciardi che stacca di circa 300 voti Giacomo Tranchida (10.891 e 10.578). In Forza Italia a spuntarla è Stefano Pellegrino con 7.640 voti. Nell’UDC eletto Mimmo Turano con 5.498 voti che, essendo inserito nel listino di Musumeci, fa eleggere Eleonora Lo Curto (2.178 voti) che distanzia Giuseppe La Porta (1.893) di 285 voti. Boom dei 5 stelle in provincia che eleggono Sergio Tancredi, con 8013 voti, e Valentina Palmeri, con 7801.

Regionali, tutti i voti di preferenza nelle liste del collegio di Trapani:

Vincenzo Abate 2264
Marilena Ciotta 457
Giuseppina Corso 4
Giorgio Randazzo 2194
Paolo Ruggieri 2173

 

Fratelli d’Italia – Noi con Salvini 3335
Musumeci Presidente

Anna Amaro 77
Giovanni D’Aguanno 1183
Rosalia Pirrera 93
Vincenzo Testagrossa 397
Michele Tremarco 128

 

Forza Italia 29431
Musumeci Presidente

Stefano Pellegrino 7640
Silvia Calvanico 3984
Maria Grimaudo 363
Giovanni Lo Sciuto 5477
Toni Scilla 6268

 

Unione di Centro 12447
Musumeci Presidente

Girolamo Turano 5498
Francesco Brignone 1084
Anna Maria Ivana Inferrera 888
Giuseppe La Porta 1893
Eleonora Lo Curto 2178

 

Popolari e Autonomisti 5796
Musumeci Presidente

Roberto Lagalla 906
Vincenzo Silaco 717
Francesco Salone 3498
Krizia Marino 84
Anna Venturini 329

 

Movimento 5 Stelle 46903
Cancelleri Presidente

Sergio Tancredi 8013
Valentina Palmeri 7801
Giovanni Inglese 3313
Stefano Maria Rallo 4795
Flavia Fodale 6701

 

Arcipelago Sicilia 1367
Micari Presidente

Luigi Fontanarosa 141
Roberto Gallo  567
Andrea D’Antoni 123
Daniela Rosaria Maria Li Causi 62
Desiree Antonia Viola 14

 

Partito Democratico 31041
Micari Presidente

Baldo Gucciardi 10891
Paolo Ruggirello 6688
Giacomo Tranchida 10578
Antonella Spanò 158
Angela Saladino 17

 

Sicilia Futura 9976
Micari Presidente

Patrizia Paganelli 153
Ina Venezia 137
Nino Oddo 3947
Giacomo Scala 5039
Salvatore Tarantolo 215

 

Alternativa Popolare 1486
Micari Presidente

Giovanni La Via 121
Leonarda Ardagna detta Dina 291
Davide Di Girolamo 246
Antonio Pierucci 639
Lucia Mazzonello 58

 

Cento Passi per la Sicilia 3965
Fava Presidente

Massimo Fundarò 860
Nicolò Clemenza 713
Lucia Titone 317
Giovanna Asaro 197
Eugenia Belluardo 174

 

Siciliani Liberi 1142
La Rosa Presidente

Salvo Fanara 317
Domenico Messina 364
Antonella Pititto 14
Maria Rallo 106
Giuseppe Sammartano 29

 

Ecco i voti di preferenza ai candidati alla presidenza della Regione provincia per provincia:

AGRIGENTO (510 sez. su 510): Cancelleri 69553 voti, 37,92% – Fava 10165 voti, 5,54% – Micari 34820 voti, 18,98% – Musumeci 67833 voti, 36,99% – La Rosa 1005 voti, 0,54%

CALTANISSETTA (289 sez. su 289): Cancelleri 40854 voti, 38,45% – Fava 4923 voti, 4,63% – Micari 15402 voti, 14,49% – Musumeci 44374 voti, 41,76% – La Rosa 695 voti, 065%

CATANIA: Cancelleri – Fava – Micari – Musumeci – La Rosa

ENNA (226 sez. su 226): Cancelleri 29567 voti, 41,04% – Fava 3596 voti, 4,99% – Micari 14035, 19,48% – Musumeci 24345 voti, 33,79% – La Rosa 495 voti, 0,68%

MESSINA (780 sez. su 780: Cancelleri 78770 voti, 27,22% – Fava 18535 voti, 6,40 – Micari 52339 voti, 18,09% – Musumeci 137680 voti, 47,58% – La Rosa 2009 voti, 0,69%

PALERMO Cancelleri – Fava – Micari – Musumeci – La Rosa

RAGUSA (310 sez. su 310) Cancelleri 47021 voti, 39,32% – Fava 11950 voti, 9,99% – Micari 16950 voti, 14,17% – Musumeci 42475 voti, 35,53% – La Rosa 1168 voti, 0,97%

SIRACUSA Cancelleri – Fava – Micari – Musumeci – La Rosa

TRAPANI (455 sez. su 455): Cancelleri 63530 voti, 38,19% – Fava 6703 voti, 4,02% – Micari 34887 voti, 20,97% – Musumeci 59943 voti, 36,03% – La Rosa 1287 voti, 0,77%

 

Tutti i 70 Deputati eletti, c’è anche la maggioranza, anche se risicata per Musumeci

Alla fine c’è anche la maggioranza. I deputati regionali eletti nei partiti a sostegno del nuovo governatore Nello Musumeci sono 36 sui 70 che andranno a popolare Sala d’Ercole. Riguardo ai nomi qualche sorpresa potrebbe arrivare solo da Catania dove lo spoglio in nottata era giunto solo alla metà delle sezioni.

È Forza Italia a fare la parte del leone con 12 seggi conquistati e che saranno occupati da Riccardo Gallo Afflitto (eletto nel collegio di Agrigento), Michele Mancuso (Caltanissetta), Marco Falcone e Alfio Papale (Catania), Luigi Genovese e Tommaso Calderone (Messina), Giuseppe Milazzo, Riccardo Savona e Marianna Caronia (eletta grazie all’ingresso all’Ars di Miccichè attraverso il listino di Musumeci), Orazio Ragusa (Ragusa), Rossana Cannata (Siracusa), Stefano Pellegrino (Trapani).

Tre i seggi conquistati dalla lista che fa capo a Fratelli d’Italia e Noi con Salvini: si tratta di Gaetano Galvagno (Catania), Antonio Catalfamo (Messina) e Tony Rizzotto (Palermo). Il movimento #DiventeràBellissima invece porta all’Ars quattro deputati: Giuseppe Zitelli (incerto, Catania), Giuseppe Galluzzo (Messina), Alessandro Aricò (Palermo), Giorgio Assenza (Ragusa).

Cinque invece i seggi conquistati dai Popolari e autonomisti-Idea Sicilia: si tratta di Carmelo Pullara (Agrigento), Pippo Compagnone  (Catania), Toto Cordaro e Roberto Lagalla eletti a Palermo esattamente con gli stessi voti, infine ecco il ritorno anche di Pippo Gennuso (Siracusa). Cinque anche i deputati eletti nelle fila dell’Udc di Cesa. Si tratta di Margherita La Rocca Ruvolo (Agrigento), Giovanni Bulla (Catania), Cateno De Luca (Messina), Vincenzo Figuccia (Palermo) ed Eleonora Lo Curto. Quest’ultima viene eletta per la contestuale ed automatica elezione di Mimmo Turano, il più votato nel collegio trapanese, attraverso il listino del candidato vincente Musumeci. A proposito di Listino, sono sei, con Turano, i deputati eletti: si tratta di Gianfranco Micciché, Giusy Savarino, Elvira Amata, Bernadette Grasso e Roberto Di Mauro. È lo stesso Musumeci a ricoprire appunto il seggio numero 36: la maggioranza, anche numericamente, c’è.

Gli altri 35 staranno quindi all’opposizione. Sono 20 i seggi conquistati in particolare dal Movimento cinque stelle. Eletti Matteo Mangiacavallo e Giovanni Di Caro (Agrigento), Nunzio Di Paola (Caltanissetta, eletto perché Cancelleri è direttamente all’Ars in qualità di candidato ‘miglior perdente’), Angela Foti, Gianina Ciancio e Francesco Cappello certi di essere eletti a Catania, mentre per il quarto si attende la conclusione del lungo scrutinio, Elena Pagana (Enna), Valentina Zafarana e Antonino De Luca (Messina), Giampiero Trizzino, Salvatore Siragusa, Luigi Sunseri, Roberta Schillaci (Palermo), Stefania Campo (Ragusa), Stefano Zito e Giorgio Pasqua (Siracusa), Sergio Tancredi e Valentina Palmeri (Trapani). A completare la squadra, proprio Giancarlo Cancelleri, in qualità di “secondo arrivato” nella corsa verso Palazzo d’Orleans.

Il Pd porta all’Ars 11 deputati. Sono Michele Catanzaro (Agrigento), Giuseppe Arancio (Caltanissetta), Luca Sammartino e Anthony Barbagallo (Catania), Luisa Lantieri (Enna), Franco De Domenico (Messina), Giuseppe Lupo e Antonello Cracolici (Palermo), Nello Dipasquale (Ragusa), Giovanni Cafeo (Siracusa), Baldo Gucciardi (Trapani). Due gli eletti con Sicilia Futura, si tratta di Nicola D’Agostino (Catania)ed Edy Tamajo (Palermo). Infine, solo un seggio per la lista di sinistra “I cento passi”: è quello che spetta al candidato governatore Claudio Fava, il più votato della lista nel collegio di Palermo.