Domenica 5 gennaio musei e siti archeologici gratis. Ecco dove in Sicilia

Su iniziativa del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo domenica 5 gennaio ingresso gratuito in tutti  i musei e le aree archeologiche statali dello Stato e dei comuni italiani che aderiscono all’iniziativa nella prima domenica del 2020, inaugurando così la nuova edizione della “#domenicalmuseo“.

L’elenco dei siti per il 5 gennaio 2020 è visibile su www.beniculturali.it/domenicalmuseo.

Lunedì 6 gennaio, invece, si terrà poi l’apertura straordinaria dei luoghi della cultura statali in occasione dell’Epifania, con i consueti orari e tariffe.

Domenica ingresso gratuito nei musei anche in Sicilia

E come ogni prima domenica del mese, l’ingresso ai siti della cultura della Regione Siciliana – musei, gallerie, Parchi archeologici – è gratuito.

Telefonare preventivamente è consigliato anche per conoscere gli orari di apertura dei siti.

ELENCO:

Il 5 gennaio sarà quindi possibile visitare i Parchi archeologici di tutta la Sicilia come il Parco di Naxos e Taormina, il Parco di Siracusa, La Valle dei Templi, il Parco di Selinunte, la Villa Romana del Casale, il Parco del Lilibeo, il Parco di Segesta, il Parco di Himera Solunto e Iato, il Parco di Tindari, ma anche i tanti Musei come il Salinas di Palermo, il Museo di Messina, il Pepoli di Trapani, il Bernabò Brea di Lipari, il Paolo Orsi di Siracusa, il Museo di Caltagirone, il Museo del Satiro a Mazara del Vallo, Palazzo Abatellis a Palermo e Palazzo Bellomo a Siracusa.

Molti i siti con libero accesso fin dalle 9 del mattino: il Teatro romano di Catania, il Museo di Lentini, la Casa Natale di Pirandello, il Museo di Aidone, il Museo di Marianopoli, il Museo di Adrano, il Castello a Mare di Palermo, il Palazzo Ajutamicristo, la Palazzina Cinese, il Villino Florio, il Palazzo della Zisa e Palazzo Mirto sempre a Palermo, l’area archeologica di Halesa Arconidea a Tusa, la Villa Romana di Patti, la Casa Museo Uccello di Palazzolo Acreide, il Castello Maniace e l’Ipogeo di Piazza Duomo a Siracusa.

Insomma una straordinaria occasione per avvicinarsi agli spazi culturali della nostra regione che, diffusi capillarmente in tutta l’Isola, offrono la possibilità di approfondire la storia della Sicilia e trascorrere una domenica in luoghi di grande bellezza.

Fonte:IlSicilia