Dopo 3 vittorie consecutive arriva la prima sconfitta per Mister Massimiliano Mazzara. Canicattì – Mazara 2-0

CANICATTI’ – MAZARA 2-0

CANICATTI’: Drammeh, Attardo, Tedesco, Treppiedi, Cipolla, Maggio, Prestia, Greco (43°s.t. Priolo), Romeo (3°s.t. Cordaro), Scariolo (42°s.t. Bellamonte), Bognanni (28°s.t. Puccio). In panchina: Di Paola, Montana, Desi. All. Sebi Catania

MAZARA: Dolenti, Grippi, Sammartano (13°s.t. Selvaggio), Accetta (37°s.t. Calicetto), Baiata, Ciancimino, Di Mercurio, Sciara, Maltese (1°s.t. Cortese), Rosella, Gomez (30°s.t. Di Simone). In panchina: Keita, Cantaveneta, Russello. All. Massimiliano Mazzara

ARBITRO: Galioto di Siracusa

ASSISTENTI: Anile di Acireale e Messina di Catania

RETI: 19°p.t. Maggio, 7°s.t. Cipolla su rigore (C)

AMMONITI: Grippi (M), Rosella (M), Tedesco (C), Maggio (C), Prestia (C), Greco (C).

ANGOLI: 4-2 per il Mazara

RECUPERI: Nel primo tempo 0; Nel secondo tempo 6 minuti.

NOTE: 15°s.t. Il Mazara sbaglia un rigore con Cortese che si fa parare il tiro.

 

Dopo tre vittorie consecutive mister Mazzara conosce la prima sconfitta della sua gestione tecnica. Una gara che i canarini hanno perso sulle uniche palle gol nitide del Canicatti. La prima rete subita dagli sviluppi di un calcio di punizione dal limite e la seconda da un rigore. I biancorossi hanno sempre interrotto le geometrie di gioco create dai mazaresi, affrontato la gara con cattiveria, grinta e carattere. Il Mazara si è dimostrato tecnicamente superiore, ma questo non è bastato. Pesa molto il rigore sbagliato dai canarini nella ripresa, l’esito negativo ha influito nel contraccolpo psicologico subìto dai gialloblu. Mister Mazzara ha dovuto schierare l’ex Accetta in condizioni muscolari non al meglio e l’attaccante Cortese (dall’inizio in panchina) in via di guarigione da un attacco influenzale. Rimane il fatto che il Mazara visto a Canicatti, non è stato quello brillante delle ultime tre prestazioni. Nonostante la sconfitta, la squadra del presidente Franzone rimane al quarto posto con 40 punti in piena griglia play off e da ora in poi non dovrà permettersi altri passi falsi per evitare che le squadre posizionate a distanza di un punto, possano superare i canarini. I ragazzi, oltre all’aspetto tecnico devono aggiungere quella dose di grinta e agonismo che occorre per raggiungere importanti traguardi.

 

LA CRONACA

PRIMO TEMPO

5° Dal limite d’area di rigore, posizione favorevole, Prestia calcia una punizione che termina alta.

19° Con i portieri inoperosi tra i pali. Il grande sussulto del Canicatti che passa in vantaggio. Punizione nella tre quarti biancorossa, sulla battuta va Greco, pennellata in area per Scariolo che ti testa gira in porta, ottimo riflesso di Dolenti che si tuffa nell’angolino basso alla sua sinistra e smanaccia sulla linea di fondo, dove ben appostato c’è Maggio che aggancia il pallone che calcia da pochi passi a rientrare in rete, segnando il gol.

28° Il Mazara reagisce al gol subito e attacca. Dalla fascia destra è bravo Grippi che entra nell’out dell’area grande di rigore e lascia partire un insidioso diagonale che Drammeh para a terra.

30° Ottima palla gol in area per Gomez che tira in porta a botta sicura, sulla traiettoria respinge Cipolla.

41° Nei tiri in porta il Canicatti è assente, il Mazara no! Bell’azione Gomez, Rosella per Maltese che a pochi passi del portiere effettua una mezza girata che termina fuori dai pali.

45° Ancora il Mazara alla ricerca del pareggio. Ottima giocata di Gomez, che serve al limite d’area dii rigore l’ex Accetta che effettua un forte tiro che termina di poco fuori.

 

SECONDO TEMPO

Il Mazara rientra sul terreno di gioco con una sostituzione. Al 1°s.t. Fuori Maltese e mister Mazzara inserisce un po di esperienza in attacco per cercare di arrivare al pareggio ed inserisce Cortese, non al meglio della condizione fisica.

3°s.t. Le condizioni dell’attaccante biancorosso Romeo, ex Mazara, non appaiono tra le migliori e mister Catania lo sostituisce con l’esperto Mariano Cordato, anche lui ex gialloblu.

6°s.t. Un tiro dalla distanza di Scariolo termina fuori.

7°s.t. Treppiedi filtra in area una verticalizzazione per lo sgusciante Prestia che viene steso a terra da Sammartano. L’arbitro assegna il penalty! Dagli undici metri Cipolla spiazza Dolenti, palla in rete. Canicatti – Mazara 2-0. Tripudio del pubblico.

12°s.t. Angolo battuto dal Mazara, palla al limite d’area per Accetta che tenta di realizzare il gol dell’ex, il suo tiro termina di poco fuori.

13°s.t. Mister Mazzara sostituisce Sammartano con Selvaggio per creare più movimento in fase offensiva.

15°s.t. Ghiotta occasione per il Mazara per riaprire la partita. Gaston Gomez penetra in area di rigore avversaria e viene atterrato. Rigore netto! Dagli undici metri Cortese tira alla destra del portiere, Drammeh indovina l’angolo giusto e para.

25°s.t. Da buona posizione dal limite d’area, capitan Rosella lascia partire un tiro a rientrare verso l’incrocio dei pali, la palla termina di poco al lato.

28°s.t. Il Canicatti cambia Bognanni con Puccio.

30°s.t. Nel Mazara fuori Gomez, dentro Di Simone.

37°s.t. Nei canarini esce il claudicante Accetta, al suo posto entra Calicetto.

42°s.t. Il Canicatti cambia Scariolo con Bellomonte.

43°s.t. Mister Catania sostituisce Greco con Priolo.

L’arbitro assegna 6 minuti di recupero.

47°s.t. Un sussulto del Canicatti. Tiro dal limite di Bellomonte, para Dolenti.

Triplice fischio finale e tutti sotto la doccia!

 

(Nella foto di iamcalcio.it il secondo gol su rigore del Canicatti)

 

Piero Campisi