Accoglienza dei migranti stagionali per la raccolta delle olive: il sindaco Castiglione lancia appello agli imprenditori locali

Dopo circa 10 giorni dall’apertura del campo di “sosta temporanea” allestito anche quest’anno dall’Amministrazione comunale all’interno dell’ex oleificio Fontane D’Oro al fine di garantire interventi di accoglienza, di prevenzione e di primo soccorso ai lavoratori migranti stagionali che ogni anno in questo periodo giungono numerosi a Campobello per la raccolta delle olive, il sindaco Giuseppe Castiglione rivolge un appello agli imprenditori agricoli locali, invitandoli a collaborare più di quanto già non facciano al fine di gestire in maniera condivisa l’accoglienza di questi lavoratori, che rappresentano manodopera ormai indispensabile per l’economia locale.
In particolare, il Sindaco tiene a ribadire l’importanza di dare seguito e attuazione all’importante sinergia che era stata raggiunta nel mese di giugno scorso in Prefettura con una significativa rappresentanza dei produttori agricoli campobellesi con l’obiettivo proprio di mettere in atto le adeguate strategie volte a garantire un’accoglienza dignitosa ai lavoratori migranti del settore agricolo, prevedendo l’insorgenza di problematiche di ordine pubblico ed emergenze sanitarie.
In particolare, nell’ambito di due incontri che si sono tenuti in Prefettura nel mese di giugno scorso alla presenza del sindaco Castiglione, del prefetto Tommaso Ricciardi, del viceprefetto Ferrante, di una rappresentanza delle forze sindacali e di una rappresentanza dei produttori locali, questi ultimi si erano impegnati  a dare la propria disponibilità a ospitare i lavoratori stagionali all’interno delle proprie aziende al fine di prevenire il sorgere di accampamenti informali, garantendo inoltre la disponibilità di farsi da portavoce nei confronti del colleghi del comparto, sensibilizzandoli a condividere questa soluzione.
«È di fondamentale importanza – afferma il sindaco Castiglione –  che gli imprenditori agricoli campobellesi collaborino concretamente con le istituzioni al fine di condividere la gestione dell’accoglienza di questi lavoratori, che rappresentano una risorsa importantissima per l’economia del comparto. Grazie all’importante azione svolta ormai da diversi anni dal Comitato castelvetranese della Croce Rossa, nel campo allestito dalla nostra Amministrazione all’interno del bene confiscato alla mafia “Fontane d’Oro”,   siamo infatti riusciti a garantire assistenza sanitaria, sollievo e cure ai migranti stagionali. Tengo tuttavia a ribadire ulteriormente – aggiunge il Sindaco – che  si tratta di un campo di sosta temporanea, finalizzato cioè a consentire la permanenza dei lavoratori stagionali migranti per il “tempo strettamente necessario”, ossia sino alla loro sistemazione, all’atto dell’assunzione, all’interno delle aziende del datore di lavoro, in conformità alle linee guida espresse dalla Prefettura di Trapani nell’ambito del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Oltre all’impegno assunto dalle istituzioni, al fine di consentire un’efficace attività di controllo del territorio da parte delle Forze dell’Ordine a tutela di tutta la cittadinanza, è dunque indispensabile che anche i datori di lavoro facciano la propria parte, esercitando una responsabile azione di vigilanza e garantendo ospitalità ai lavoratori impiegati nelle proprie aziende, anche in strutture precarie, quali ad esempio le tende da campo o strutture di legno, purché siano garantiti i servizi igienici, l’acqua e la corrente elettrica, in modo da scongiurare la formazione di accampamenti spontanei e le conseguenziali problematiche di ordine pubblico che si sono verificati negli anni passati».